Cane e coniglio vanno d’accordo?

cane coniglio convivenza

Far convivere due animali diversi, che magari appartengono persino a specie differenti può sembrare una missione impossibile. Invece, non solo si può fare ma è persino un’esperienza positiva per animali e persone. Oggi tratteremo l’argomento relativo alla convivenza tra coniglio e cane.

La prima cosa da cui occorre partire per avere una convivenza serena tra i due animali è la pazienza. Non ci si può aspettare di far vivere insieme cane e coniglio dopo poco tempo. L’inserimento di uno o l’altro animale dipende innanzitutto dall‘indole e dal carattere dei soggetti interessati. Alcuni animali sono più vivaci, altri dominanti, altri ancora invece sono tranquilli e mansueti. Il discorso, ovviamente vale tanto per i cani che per i conigli (e può essere tranquillamente esteso a tutti i tipi di animali).

Oltre al carattere, un altro elemento da considerare è l’età del cane e del coniglio. Un cucciolo potrà essere sicuramente più pericoloso per il coniglio, percepito come “preda”. In casi come questi è opportuno evitare di lasciare soli cagnolino e coniglio, anche se la convivenza sembra essere diventata pacifica e assodata da tempo. Gli animali, infatti, sono istintivi e hanno una propria natura che li spinge a determinati comportamenti senza che questi siano fatti con cattiveria. Anche se addomesticati ed educati, l’uomo non può e non deve sopprimere l’istinto ma semplicemente imparare a gestirlo.



I padroni di cani come prima cosa devono educare l’animale facendo sì che esso ascolti ed obbedisca ai comandi. I conigli, d’altra parte, sono animali molto intelligenti, capiscono facilmente e talvolta rispondono anche in modo reattivo ai comandi del padrone anche se non hanno un’indole particolarmente avvezza all’obbedienza.
Una volta compreso questo passaggio è fondamentale imparare a contare sull’ascolto del cane, sicuramente più facilmente educabile rispetto al coniglio. Inoltre, tra i due animali, il cane è indubbiamente quello più pericoloso per l’altro. Avere un bel rapporto con il nostro fedele amico a quattro zampe sarà utilissimo per favorire una convivenza serena e pacifica con il coniglio. Il cane capirà facilmente quando fermarsi, oltre a comprendere se sta sbagliando e in quale modalità, rendendo più semplice evitare che alcune situazioni possano degenerare.

Lodare il cane e premiarlo con del cibo è il modo più efficace per educarlo ed insegnargli l’obbedienza. Prima di lasciar approcciare i due animali occorre far abituare entrambi agli odori dell’altro. In questa maniera, il coniglio non percepirà il cane come una minaccia, mentre il cane non penserà di avere a che fare con un giocattolo o, peggio ancora, con una preda. Per questo processo basterà scambiare ciotole ed oggetti dei due animali per un po’ di tempo.
La parola d’ordine è senza dubbio “gradualità“. I primi incontri possono avvenire senza contatti oltre a quello visivo ed olfattivo prima di passare poi alla fase successiva, quella degli incontri tra i due pelosi di casa, sempre con la supervisione del padrone.

Non esiste un tempo preciso entro cui i due animali potranno convivere serenamente perché ogni soggetto ha tempi e modi diversi. Quando il cane non vedrà il congilio come un qualcosa di “curioso” si potrà considerare superata la prova di convivenza. Per arrivare a questo traguardo è necessario dedicarsi costantemente agli incontri, facendo in modo che questi siano quotidiani ed allungandone gradualmente la durata di giorno in giorno.

Portare fuori il cane a correre può essere un ottimo trucco per rendere più facile la gestione dell’incontro. L’animale avrà scaricato le sue energie e tenderà ad essere più remissivo relazionandosi con il coniglio. Con questi piccoli accorgimenti, insomma, sarà possibile far convivere serenamente un cane e un coniglio senza troppe difficoltà.

Ti potrebbero interessare...