Coniglio in casa o sul balcone e terrazzo?

Coniglio in casa o sul balcone e terrazzo?
4.3 (86.67%) 9 voti

coniglio su balcone gabbia

 

Capita purtroppo molto spesso che si decide di prendere un animale da compagnia optando per il coniglio invece del gatto o cane pensando sia meno impegnativo. Un pensiero troppo frettoloso alle volte perchè diversamente da quanto si possa pensare il coniglio ha bisogno di attenzioni, è un animale socievole che non ama stare sempre da solo e va curato, sterilizzato e vaccinato.

Detto questo, ci potrebbero essere nel corso degli anni delle nuove esigenze all’interno della casa; pensiamo ad esempio al trasferimento in un piccolo appartamento, alla nascita di un figlio o alla difficile convivenza con altri animali, che costringono il padrone a posizionare il coniglio fuori casa, sul balcone, in terrazza o giardino. La zona più a rischio e per la quale bisogna prendere il massimo degli accorgimenti è senza dubbio il balcone. Per sistemare il coniglio nano sul balcone bisogna evitare che possa cadere giù.

Il balcone con le classiche colonne in ferro o cemento è pericoloso. Se il balcone non è chiuso, gli spazi tra un pilastro e l’altro vanno opportunamente occlusi. La miglior soluzione è recarsi dal ferramenta per acquistare la reticella di alluminio, quella simile ad una zanzariera fai da te. E’ sottile ma allo stesso tempo resistente; fissandola bene sopra e sotto si riuscirà a “toppare” tutte le possibili uscite che il coniglio potrebbe prendere. Assicurata la protezione, bisogna posizionare la gabbia in modo tale che il coniglio sia al fresco d’estate e al caldo di inverno. Per l’isolamento durante l’inverno abbiamo già suggerito tutte le migliori misure e materiali atti ad isolare perfettamente la gabbietta. In estate invece bisogna evitare l’effetto sauna, per cui se è stata coperta la gabbia con un telo di nylon o con materiale impermeabile, va rimosso. Va esaminata anche la posizione della gabbia: è sempre al sole? Ci sono forti correnti di aria? I conigli soffrono molto le temperature eccessive, sia che si tratti di gelo o forte umidità. Una parte della gabbia ben riparata e al fresco nei mesi di luglio e agosto è necessaria e ovviamente l’acqua deve essere sempre fresca e pulita ogni giorno.

Fate attenzione a piante spinose e attrezzi per giardino che potrebbero urtare il coniglio. Meglio riporre tutto nei classici armadi per esterno in plastica o metallo. Se questo non fosse possibile perchè il balcone è abbastanza ampio da essere usato come una piccola terrazza, conviene allora dotarsi di una gabbia per esterno o di un recinto mobile per delimitare un angolo dove il coniglio possa girare in tutta tranquillità. Esistono anche gabbie dotate di una recinzione. Alzare sempre di qualche centimetro la gabbia dal pavimento, utile non solo per isolarla maggiormente ma per evitare che forti piogge anche d’estate raggiungano l’interno della cuccia.

Se invece avete un giardino, meglio optare per le gabbie in legno con fondo aperto a due piani. Si possono bloccare fissandole al terreno e lasciare che il coniglio scorazzi al piano terra e si ripari al piano superiore.

Gabbie per conigli con prezzi

 

Ti potrebbero interessare...